Pizzo sui lavori per la messa in posa della fibra ottica, 6 arresti fra Catania ed Enna

La Polizia di Stato di Enna, a conclusione di un’articolata e complessa attività investigativa, ha arrestato 6 persone per il reato di associazione di stampo mafioso ed estorsione aggravata.
Le indagini dei poliziotti della squadra mobile di Enna, hanno permesso di far luce sull’interesse della criminalità organizzata ennese per i lavori di posa della fibra ottica nelle province di Siracusa e Catania, nonché in alcuni quartieri della città etnea.
L’attività investigativa ha accertato l’ esistenza di collegamenti tra una famiglia ennese appartenente a “Cosa Nostra” e le organizzazioni mafiose riconducibili ai clan “Cappello-Bonaccorsi” e “Santapaola-Ercolano”, attive nel catanese e nei paesi etnei.
Dal complesso delle attività di indagine è emerso come i referenti territoriali locali delle associazioni criminali, in concorso con un referente della famiglia di Enna appartenente a “Cosa Nostra”, sottoponevano ad estorsione un imprenditore titolare di una ditta aggiudicataria di lavori di posa della fibra ottica.
Gli arresti sono stati eseguiti all’alba di oggi, dagli uomini della squadra mobile di Enna in collaborazione con la squadra mobile di Catania.

IN AGGIORNAMENTO

 

Raccomandati per te:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicita e social media, i quali potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi