Proroga alla Dusty, il sindaco: “Risponderò in consiglio ma la gestione è migliorata”

Proroga alla Dusty, il sindaco: “Risponderò in consiglio ma la gestione è migliorata”

95047.it Sulla recente proroga d’affidamento del servizio di gestione rifiuti alla Dusty fino al prossimo 30 giugno, interviene oggi il sindaco, Mauro Mangano, sulla scorta della richiesta del primo consigliere dell’ex Palazzo Alessi, Laura Bottino. La presidente ha ufficialmente chiesto di riferire in aula sulla ennesima ordinanza d’affidamento.

Ovviamente risponderò in Consiglio Comunale alle domande che mi vengono poste, ma prima vorrei far notare che i problemi legati alla gestione dei rifiuti – spiega il primo cittadino -, riguardano non soltanto Paternò ma anche la Regione Sicilia nel suo complesso, dove non si è ancora concretizzato il da tempo annunciato passaggio dagli Ato alle Srr, tanto che, pochi giorni fa, il presidente Crocetta in persona ha firmato un’ordinanza con la quale ha di fatto prorogato per altri sei mesi l’esistenza degli Ato.
Nel frattempo, stiamo lavorando sul nuovo capitolato d’appalto per l’affidamento del servizio per la durata di un anno, con costi minori per la collettività, nel rispetto della legalità delle procedure e compiendo tutti i passi necessari. Credo che quello che interessa ai contribuenti siano i risultati raggiunti – conclude Mangano -, e penso che non ci possano essere dubbi sul fatto che, da quando il Comune ha preso in mano la gestione dei rifiuti, la situazione sia nettamente migliorata”.

Nel frattempo, però, non è passata inosservata quella “svista” legata all’invio della documentazione all’Urega (l’Ufficio regionale per l’espletamento di gare per l’appalto di lavori pubblici): il Bando di gara è stato inviato privo delle pagine pari. L’allestimento di una gara d’appalto significa costi certamente ridotti  rispetto agli attuali: ed, allora, quale solerte dipendente pagherà per una negligenza che definire “grave” è già di per sè, riduttivo?