Red Sox, la premiazione dei Campioni d’Italia

95047.it Il giusto riconoscimento per una stagione irripetibile. Ma che vuole essere battuta e rivissuta. La grande festa dei Red Sox alla Biblioteca comunale di Paternò ha regalato orgoglio e sorrisi. Valori e nuovi obiettivi. Storie che solo lo sport può regalare e dare modo di raccontare: un movimento, quello del baseball paternese, che esiste da oltre quarant’anni e che nel 2016 ha coronato un sogno impensabile. Quello di salire sul tetto dello Stivale diventando Campioni d’Italia: un fatto epocale.
Storie di sacrifici, talento e testardaggine. Paternò davanti a tutti. E’ stata la realtà. E’ la realtà.
Alla Biblioteca, il tributo alle poster giovanili, alla bella pagina del softball, alla collaborazione con le altre realtà siciliane, al gemellaggio con Messina. Un pomeriggio intenso e da brividi.
Un pomeriggio condotto dalla collega Francesca Putrino e dove prendere per mano la platea, c’erano – tra gli altri – i tre capisaldi Nunzio Botta, Riccardo Messina e Riccardo Bonaccorso: ma tanti, tantissimi, sono coloro che hanno permesso di regalare il sogno dello Scudetto in quella che è la grande famiglia dei Red Sox.

20170107_174055A conclusione di tutto, come nella grande tradizione statunitense, anche la creazione consegna “dell’anello” che certifica la vittoria. La ceralacca al significato di campioni.
 Ora c’è da tuffarsi alla prossima stagione che è già alle porte: c’è da difendere quel triangolo tricolore cucito sulle maglie rosse del roster paternese. La sfida è lanciata. Una delle tante che il movimento del baseball di Paternò ha raccolto in questi quarant’anni restando sempre a testa alta. Solo che questa volta siamo Campioni d’Italia. 
Così, per dire.

1 Comment

  1. Bravi ragazzi…. orgoglio siciliano… peccato che di questo sport così pulito, elegante e signorile nessuno, oltre i confini paternesi, non ne conosca l’esistenza.
    Continuate ad allenarvi con impegno e che possiate stare sempre in vetta alle classifiche nazionali.

I commenti sono chiusi.