Riduzione della tassa rifiuti: via libera dalla giunta

Riduzione della tassa rifiuti: via libera dalla giunta

95047.it Il comunicato stampa del Comune:

“Buone notizie per i cittadini paternesi, per i quali si prospetta una riduzione del tributo sulla spazzatura. La Giunta comunale ha infatti approvato il piano finanziario per l’imposta sui rifiuti, stabilendo una riduzione della tassa dell’8/10% per le utenze domestiche, e del 22% per le attività commerciali. La proposta, adesso, dovrà passare al vaglio del Consiglio Comunale, che dovrà approvarla entro il 30 luglio, per far sì che le riduzioni possano essere effettive da quest’anno, con una bolletta più leggera, per le utenze, già a partire dal conguaglio di settembre.

Soddisfatto per il risultato l’assessore all’Ambiente del Comune di Paternò, Salvatore Milicia: «E’ questo il frutto del lavoro svolto nel corso degli ultimi tre anni, durante i quali l’Amministrazione è riuscita a garantire un servizio migliore, riducendo i costi di smaltimento dei rifiuti urbani. A questo – continua Milicia – si aggiunge l’impegno nel contrastare l’evasione totale del tributo: insieme ai Vigili Urbani e agli Uffici comunali ai tributi, al commercio e all’ecologia, abbiamo recuperato il 20% di gettito, riuscendo a ricostruire la banca dati fornitaci dall’Ato, le cui informazioni erano spesso obsolete».

Alla riduzione della tassa si accompagnerà anche un miglioramento del servizio. Spiega ancora l’assessore all’Ambiente: «Il nuovo piano finanziario, oltre a prevedere un consistente risparmio di spesa, guarda anche ad un efficientamento dei servizi, per esempio attraverso l’acquisto di cestini gettacarte, necessari in diversi punti della città».

La modifica al regolamento sulle imposte comunali, infine, mira anche a rivitalizzare l’economia cittadina: «La proposta della Giunta – afferma l’assessore Milicia – prevede, per le nuove attività commerciali, esenzioni dalla tassa sui rifiuti per i primi cinque anni. Adesso – conclude – chiediamo la collaborazione del Consiglio comunale affinché il piano finanziario venga approvato entro fine mese, per far sì che le riduzioni siano effettive già da quest’anno»”.