RIPOSTO: Pesca “fuori legge”, lasciano pesce in spiaggia e fuggono via mare

Nell’ambito dell’attività di controllo sulla filiera della pesca da parte dei militari della squadra di Polizia Marittima della Guardia Costiera di Riposto, la scorsa notte venivano sequestrati circa 2 quintali di tonno rosso e pesce spada, di cui una parte sottomisura e comunque pescati in tempi non consentiti; il prodotto è stato abbandonato sulla spiaggia del Comune di Riposto da una piccola barca che, alla vista dei militari operanti, ha preso il largo.

Nonostante le ricerche via terra e a mare con l’impiego di una motovedetta, non è stato possibile identificare gli autori della violazione.

Non solo. I controlli sul territorio di giurisdizione hanno permesso di rinvenire, all’interno di un magazzino abusivo ricadente nel territorio ripostese, circa 1 quintale di pesce spada e tonno rosso allo stato «novello».

Il prodotto è stato posto sotto sequestro per mancanza di tracciabilità e commercializzazione di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione con successiva differimento alla competente autorità giudiziaria dell’autore del reato.

A seguito dell’intervento dei veterinari dell’ASP di Catania – distretto di Giarre, il prodotto ittico dichiarato commestibile è stato donato alle case famiglie e ad alcune associazioni benefiche operanti in zona, mentre per il prodotto dichiarato non idoneo al consumo umano, in quanto conservato in carenza delle norme igienico sanitarie, è stata disposta la distruzione.

Raccomandati per te: