ROMA, RUBINETTI E WATER D’ORO IN UNA CASA POPOLARE OCCUPATA – LE FOTO

ROMA, RUBINETTI E WATER D’ORO IN UNA CASA POPOLARE OCCUPATA – LE FOTO

Importante operazione realizzata ieri dagli agenti dell’USDPA congiuntamente a personale della Polizia di Stato del commissariato Casilino Nuovo. Alle prime ore del mattino, numerose pattuglie sono intervenute a Tor Bella Monaca in via dell’Archeologia #municipio6, per sgomberare un appartamento già sequestrato in passato, al quale erano stati violati i sigilli per consentire l’ingresso di nuovi occupanti.
Una volta entrati, gli agenti hanno constatato che l’appartamento si presentava con arredamenti e rifiniture sfarzose, con maniglie dorate e elettrodomestici di lusso. Al momento del sopralluogo era presente una donna italiana con tre minorenni, che dopo aver raccolto gli oggetti personali e alcuni mobili, ha lasciato volontariamente l’appartamento. Per via della presenza di minori, la Sala Operativa Sociale ha fornito assistenza alloggiativa temporanea, ma la donna occupante l’ha rifiutata. Dopo lo sgombero e la sostituzione delle serratura di accesso, l’appartamento è stato inserito nella disponibilità del Patrimonio e assegnato ad una famiglia in lista di attesa alloggiativa.
Successivamente è stato individuato un secondo appartamento illegalmente occupato da persone facenti capo ad una nota famiglia malavitosa di zona, legata da rapporti di parentela con gli occupanti del primo. Anche in questi locali, posti sotto sequestro, era presente arredamento lussuoso con vasca da idromassaggio, cassaforte, tv gigante e mobili preziosi.
Entrambi gli appartamenti presentavano allacci abusivi alla rete elettrica ACEA, gli agenti hanno quindi provveduto a denunciare gli occupanti all’Autorità Giudiziaria per violazione dei sigilli e furto di energia elettrica.
Durante le operazioni, una persona ha spontaneamente consegnato le chiavi indebitamente detenute, di un terzo appartamento che non occupava. Dopo l’ identificazione della persona, gli agenti hanno provveduto alla sostituzione della serratura, e alla consegna dell’appartamento ad una famiglia in lista di assegnazione alloggiativa.
Nell’operazioni la Polizia di Stato ha anche impiegato unità cinofile con cui è stato possibile individuare ed arrestare due persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Sono in corso ulteriori indagini per individuare ulteriori occupazioni illegali.