Scontro totale

Scontro totale

95047.it Seduta di consiglio comunale ieri sera all’ex Palazzo Alessi. All’ordine del giorno c’era soprattutto la questione legata alle recenti spese sostenute dall’amministrazione comunale. Com’è andata? Nulla di trascendentale. Ma non è che ci si aspettasse di più.

Il sindaco, presente in aula, ha ribadito la sua posizione: “L’Amministrazione si è semplicemente limitata ad organizzare un programma di eventi e iniziative in occasione delle feste natalizie, come avviene in tutte le città normali – ha affermato il primo cittadino Mauro Mangano -. Per di più l’ha fatto coinvolgendo le imprese e le professionalità locali, con l’obiettivo di incoraggiare i paternesi a vivere il Natale nella propria città, anziché recarsi altrove. Abbiamo inoltre organizzato una serie di eventi, alcuni dei quali si sono svolti al Piccolo Teatro, dove si sono tenuti spettacoli di grande qualità, rivolti soprattutto ai bambini, allestiti anche qui con l’aiuto di artisti locali e che hanno riscosso un grande successo. Infine, una fetta di investimento è stata destinata alla realizzazione dei Presepi Viventi nei quartieri insieme alle Parrocchie, con l’obiettivo di valorizzare una tradizione radicata nella storia della nostra città”.

Una risposta che non ha convinto la minoranza in consiglio: “Al sindaco piace giocare con le parole – spiega il presidente della commissione Bilancio, Nino Valore -. Sia io che i dieci colleghi consiglieri abbiamo chiesto se fosse opportuno, visto l’allarme legato al dissesto finanziario spendere soldi in questo modo. Ma non eravamo ad un passo dal tracollo? Questa è una enorme presa in giro. Adesso chiediamo che che venga verificata la tesi assurda che il gettito annuo IMU di questo ente sia inferiore di oltre 1 milione di euro rispetto ai dati forniti dal Ministero dell’Interno. L’ufficio Bilancio, attraverso un’attività per nulla collaborativa e in chiara difficoltà, come si evince dal contenuto della nota di cui sopra, ove si è limitata “a fare copia e incolla” del DPR 504/92, non ha fornito alcun dato né relazionato in merito a quanto chiesto, confermando in toto i dubbi da me espressi. E considerato che è già trascorso molto tempo dall’iniziale richiesta, e che non intendo più subire alcuna attività ostruzionistica nello svolgimento delle mie funzioni di consigliere comunale, se entro cinque giorni non riceverò risposta, riferirò direttamente alla Corte dei Conti”.

La contro-replica è arrivata in una nota diffusa dai Gruppi di maggioranza: “Appare ormai chiaro a tutti che questi consiglieri comunali fanno del populismo il loro unico argomento politico improvvisando cifre improbabili ed argomenti improponibili, senza rendersi conto che la politica è tutt’altro che continuare a sparare nel mucchio sperando di confondere i cittadini. L’aumento delle ore ai lavoratori part-time non è stato fatto con l’aumento della addizionale IRPEF bensì grazie ai pensionamenti degli anni precedenti. Si sostiene che l’Amministrazione Comunale avrebbe speso 220.000 euro nel 2014 per aumentare le ore ai lavoratori part-time del Comune, prelevandoli dall’aumento della addizionale IRPEF. Si tratta di una bugia madornale. E che dire del presunto scandalo sui 160.000 euro per la festa della Santa Patrona? Ricordiamo che la somma impegnata nel 2014 (che è di circa 164.000 euro) è di appena 3 mila euro superiore ai 161.000 euro impegnati nel 2013. Dicano la verità! Dicano ai cittadini che dare un messaggio di speranza alla città tramite l’organizzazione delle feste natalizie (con l’impegno di maestranze paternesi), aumentare le somme nei servizi sociali, consentire il recupero di alcune strade e tutto ciò che può dare un minimo di benessere alla nostra città non le ritengono cose importanti”

2 Commenti

  • · Modifica

    caro direttore in cambio di usare il fioretto contro questa amministrazione usa questo blog come si deve, ad esempio come fa il direttore di qt sicilia che sputtana galatà oggi e la fantastica comitiva dei servizi sociali allora, non ha paura dei potenti e neppure peli sulla lingua a costo di beccarsi le querele di ricotta, porta prove oggettive non chiaccgìhiere da bar, o forse nella tua redazione c’è qualcuno che quando si tratta di parlare di cose di congiunti la penna non scrive, ti leggo sempre ma spero che lasci il fioretto e usi…

  • Carissimo Sindaco Le voglio ricordare che quando Lei ,il vice sindaco ,i cons.comunali Campisano,Cunsolo Milicia eravate cons.comunali d’opposzione siete stati contrari alle spese per Arte Natale e Presepi viventi ,per la festa di S.Barbara ,adesso dite che sono somme spese bene nonostante che avevate dichiarato che se non si aumentava l’addizionale Irpef ,si andava al dissesto finanziario e adesso spendete queste somme per manifestazioni a dir poco “ridicole” e che nessuno in città si è accorto di questo tranne i consiglieri comunali che hanno votato sia l’aumento dell’Imu che dell’Irpef, che hanno usufruito di queste somme come “merce” di scambio.Vi dovete V E R G O G N A R E!!!!!!

I commenti sono chiusi.