SEQUESTRATE 11.000 CHILI DI ARANCE SPACCIATE PER ITALIANE, MA IN REALTÀ PROVIENIENTI DALL’EGITTO.

I militari del Reparto Speciale dell’Arma, che operano in ambito agroalimentare, hanno fatto verifiche in 45 aziende. Nelle province di Ravenna e Reggio Emilia, hanno sequestrato 63 confezioni di frutta secca ed erbe aromatiche dichiarate bio e 22 fra baccalà, sardine e alici biologiche, riportanti indicazioni difformi alle norme di specie.

A L’ Aquila hanno sequestrato 381 uova biologiche per le quali non era possibile risalire alla provenienza; a Caserta, Napoli e Salerno circa 285 chili di ortofrutta, 30 fra salumi e formaggi e 6.480 barattoli di passata di pomodoro (oltre 3.000 chili), tutti prodotti biologici carenti di elementi utili per individuarne la rintracciabilità.
A Catania e Messina, denunciata una persona per frode in commercio (515 c.p.) e sequesto di 11.000 chili di arance spacciate per italiane, ma in realtà provenienti dall’Egitto.

Sono state accertate, inoltre, irregolarità amministrative diffuse per mancata rintracciabilità della frutta in lavorazione e in un pastificio è stata riscontrata pasta bio inesistente nei registri dei lotti di produzione.
Così le sanzioni ammontano a 15.500 euro.

I controlli, come si legge in una nota, hanno una doppia finalità: tutelare gli onesti produttori e garantire che sulle tavole degli italiani arrivi solo cibo sicuro.

Raccomandati per te:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicita e social media, i quali potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi