TRAGEDIA A FOGGIA: UCCIDE MOGLIE E FIGLIE E SI SUICIDA

Gravissimo episodio verificatosi questa notte in provincia di Foggia, precisamente in località Orta Nova: un uomo ha ucciso la moglie, ha ammazzato le due figlie, per poi suicidarsi.
Come riferito da numerosi organi di informazione online in questi ultimi minuti, a cominciare da TgCom24.it, il fatto sarebbe avvenuto di preciso attorno alle due della notte fra venerdì 11 e sabato 12 ottobre. Il pluriomicida, un 54enne del posto, avrebbe preso la pistola, uccidendo quindi la moglie, e poi finendo anche le due figlie, rispettivamente di anni 12 e 18.
Dopo di che, il folle avrebbe rivolto l’arma verso se stesso per farla finita. Sono ancora pochissime le informazioni che trapelano, visto che l’episodio si è verificato soltanto poche ore fa, e al momento è emerso che il killer sarebbe un agente penitenziario, di conseguenza è probabile che abbia utilizzato l’arma di ordinanza, regolarmente detenuta, per compiere la strage.
Il fatto è accaduto nell’appartamento dove viveva la famiglia, ed è probabile che l’uomo abbia ucciso le due figlie nel sonno, anche se si tratta semplicemente di ipotesi tutte da verificare. Non è inoltre ben chiaro lo stato di salute del 54enne, e non è da escludere che lo stesso soffrisse di qualche forma di depressione. Altra possibilità, è che il rapporto con la moglie non fosse più idilliaco come un tempo, e di conseguenza una possibile lite sarebbe degenerata in un gesto totalmente folle.
Ripetiamo, tutte opzioni che andranno verificate e al momento è molto complicato ricostruire con esattezza il quadro completo di questi fatti drammatici. Si sa solo che l’uomo, dopo aver ucciso la moglie e le due figlie, ha avvisato i carabinieri informandoli di quanto fatto, dopo di che ha spiegato loro che si sarebbe suicidato: si è quindi puntato la pistola alla tempia ed ha fatto fuoco.
Una volta giunti i soccorsi, l’uomo era ancora in vita ma in condizioni disperate, ed è morto poco dopo presso l’ospedale di Foggia. Per le tre donne non vi era invece già più nulla da fare.

Raccomandati per te:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.