TRAGEDIA ALLA PLAYA: IL PICCOLO NON SAREBBE MORTO PER ANNEGAMENTO

Sarà svolta l’autopsia sul corpicino del piccolo di sei anni annegato ieri pomeriggio al Villaggio Ippocampo. La decisione è stata presa dal medico legale, nominato dalla Procura, dopo che ha svolto l’ispezione cadaverica sul corpicino del bimbo all’obitorio del Cannizzaro di Catania.

Le condizioni del mare, a detta di chi era presente, ieri pomeriggio erano quelle ideali per la balneazione e nulla lasciava pensare che la tragedia fosse dietro l’angolo.

Secondo quanto riferito dai carabinieri della compagnia di Fontanarossa, che sono intervenuti sul posto, pare che il medico del 118 che per primo lo ha preso in cura abbia ipotizzato una congestione dovuta al fatto che il bambino aveva mangiato da poco e, nonostante questo, era entrato in mare.

Come già raccontato ieri, inutili sono stati i tentativi di rianimarlo dei medici del 118 arrivati sul posto a bordo dell’elisoccorso.

Raccomandati per te: