L’errore clamoroso sugli scrutatori: il quarto diventa “supplente”

95047.it Se tutto fosse restato così com’era, il voto per il referendum di domenica prossima sulle “trivelle” a Paternò avrebbe avuto il risultato di essere nullo. Un fatto paradossale. Clamoroso. Nato sulla scorta del sorteggio e nomina degli scrutatori. Così come vi raccontavamo ieri (Leggi: IL DUBBIO: SE GLI SCRUTATORI SONO 3 PERCHÉ A PATERNÒ NE SONO INDICATI 4?) i componenti del seggio elettorale sono stati individuati in quattro componenti anziché tre così come disposto dal Ministero dell’Interno. 
Un fatto gravissimo prima ancora che unico. Un abbaglio da parte dell’Ufficio elettorale del Comune che sarebbe potuto costare carissimo.

E, ieri, telefonate e incontri si sono susseguiti per tutta al giornata al fine di porre rimedio alla vicenda. Prima la segnalazione di alcuni nostri lettori; poi il pezzo pubblicato su 95047.it; infine, l’intervento del Meet-up paternese che aveva chiesto lumi alla Corte d’Appello di Catania. 
Alla fine, il quarto componente di ogni seggio fungerà, dunque, da riserva. 
Una decisione che verrà quasi certamente ratificata nelle prossime ore sull’Albo Pretorio del Comune. Vi terremo in costante aggiornamento.

Raccomandati per te:

4 Comments

  1. In un qualunque altro Comune(naturalmente non Italiano) il dirigente in questione si sarebbe semplicemente dimesso…..
    SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO

  2. Ma qualcuno un po di vergogna non la tiene ? Un po di dimissioni sarebbe il minimo per rispetto della città!!

  3. Il quarto in ordine di cosa, del cognome, dell’età, dell’estrazione che c’è stata oppure il quarto che arriva a presentarsi al seggio?

I commenti sono chiusi.